regolamento-europeo-scadenza-25-maggio

Calma e sangue freddo: il 25 maggio non finirà il mondo

Care Aziende,

Oggi 16 maggio 2018 vogliamo lanciare una conferma ottimista e positiva: il 25 maggio NON finirà il mondo e l’entrata in vigore del Nuovo Regolamento Privacy non segnerà la fine di sogni e speranze.

Perciò piccole-medie e grandi imprese riprendete fiato e ritrovate la calma, andrà tutto bene. Abbiamo le prove e ve le vogliamo illustrare in anteprima…

Mondo-Privacy-portabilita-dati

GDPR 2016/679 – Il diritto alla portabilità del dato come libera scelta dell’Interessato

Silvia Capuano

Il Nuovo Regolamento Europeo ribadisce una serie di diritti in capo all’interessato:

  • il diritto di accesso
  • il diritto di rettifica
  • il diritto alla cancellazione (più noto come diritto all’oblio)
  • il diritto di limitazione del trattamento
  • il diritto di opposizione al trattamento

e il nuovo introdotto dall’Art 20: il diritto alla portabilità dei dati.

larga-scala-regolamento-europeo

Regolamento Europeo Privacy e concetto di Larga Scala

Leggendo il nuovo REGOLAMENTO per la protezione dei dati GDPR 2016/679 si incontra un concetto piuttosto nuovo: il concetto di LARGA SCALA. Il tema viene ripreso in 13 punti, 8 solo nei considerando. Gli aspetti su cui vogliamo concentraci sono principalmente 2: la nomina DPO e la redazione della DPIA. Come sono collegati DPO e DPIA alla larga scala?

profilazione-automation-marketing-privacy

Profilazione e web marketing: cosa prevede il regolamento europeo privacy?

Uno degli aspetti su cui si concentra il nuovo GDPR è quello della Profilazione, il termine viene ripreso infatti ben 22 volte all’interno del testo del Regolamento. Con il termine Profilazione la norma intende una ” qualsiasi forma di trattamento automatizzato di dati personali consistente nell’utilizzo di tali dati personali per valutare determinati aspetti personali relativi a una persona fisica, in particolare per analizzare o prevedere aspetti riguardanti il rendimento professionale, la situazione economica, la salute, le preferenze personali, gli interessi, l’affidabilità, il comportamento, l’ubicazione o gli spostamenti di detta persona fisica

consultazione-preventiva-garante

Consultazione Preventiva del Garante – quando è necessaria

Come abbiamo imparato a capire, il nuovo Regolamento fonda le sue basi sul concetto di accountability e delega al titolare moltissime valutazioni e responsabilità.
Il Titolare dal 24 maggio 2018 dovrà fare un’attenta valutazione per censire le tipologie di dati personali trattati dalla sua azienda/organizzazione per poi definire tutte le procedure, gli strumenti e i controlli necessari alla tutela di questi dati.

paragone-RSPP-DPO

DPO Privacy e RSPP Sicurezza – un interessante paragone

La nuova figura del DPO: quanti dubbi e domande sta generando questo nuovo professionista della Sicurezza dei Dati?

Iniziamo questo articolo in maniera un pò differente dal solito…

In questo periodo i consulenti Mondo Privacy ricevono tantissime domande inerenti la figura del DPO. Questo è normale! è una nomina assolutamente nuova che deve essere compresa. Per questo riportiamo di seguito alcune tra le richieste più frequenti.

Privacy-sanità

La privacy in ambito sanitario e socio assistenziale – l’approccio del Regolamento

Senza dubbio uno dei principali ambiti in cui l’aspetto privacy è fondamentale e basilare è il settore sanitario e socio assistenziale.

Le informazioni trattate appartengono infatti a quella speciale categoria di dati considerati critici perché possono rivelare dati personali relativi alla salute [origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona] – Art. 9 GDPR 679/2016.

I SITI INTERNET RISPETTANO LA PRIVACY DEGLI UTENTI?

Staff Mondo Privacy

La Global Privacy Enforcement Network (GPEN), la rete internazionale di cui fa parte il Garante italiano nata per rafforzare la cooperazione tra le Autorità della privacy, ha effettuato una ricerca su 455 siti web ed applicazioni di vari settori (viaggi, sanità, banche, social media, giochi d’azzardo) analizzandone le privacy policy.

1 2 3 6